ORARI
dal lunedì al venerdì
10.00 - 12.00
15.00 - 18.00

per altri orari: su appuntamento 335.8095646

Era marzo 2008 e mi trovavo nel Duomo di Como per realizzare un servizio fotografico.
Mentre aspettavo di fotografare l'avvenimento previsto, mi guardavo intorno incuriosito dagli effetti di luce creati dalle vetrate.
Ad un certo punto vidi illuminarsi da un raggio di sole la ringhiera della scala che porta all'organo.
Rimasi colpito dall'ombra della stessa, proiettata sulla colonna in pietra.
Aspettai qualche minuto perchè la luce fosse più intensa e scattai questa foto.
Tornato in studio salvai lo scatto digitale in una cartella e per quasi un anno quell'immagine rimase li, chiusa nel mio computer.
Ogni tanto mi tornava in mente, ma non sapevo come l'avrei utilizzata.

L'anno scorso decisi di provare a stamparla su un tessuto, con la tecnica inkjet, per vederne l'effetto,
e mentre la guardavo con il controluce di una finestra il risultato, rimasi colpito da quanto fosse brillante e d'effetto vederla in quel modo.
Decisi quindi di trovare una soluzione tecnica affinchè l'immagine fosse retro illuminata.
Trovai finalmente un artigiano che con un sistema innovativo di led creò una struttura uniformemente illuminata.
La completai con una cornice nera, proponendola con un fondale di raso rosso perchè trovo che sia un'immagine che richiama qualcosa di teatrale.

Personalmente non amo le foto artefatte e ritengo che "Opera", nella sua semplicità possa suscitare molte emozioni.
Penso che la fotografia serva per far vedere quello che normalmente non osserviamo, perchè travolti dalla frenesia del quotidiano
o semplicemente incapaci di guardare con la mente oltre che con gli occhi.
Non servono artifici tecnologici, serve guardare con occhi nuovi ciò che ci circonda.

Carlo Pozzoni